Diari / Diario Di Daniele Dalle Filippine (gennaio 2003)

Primo giorno di viaggio...

...a parte caghetti, valigie perse a Dubai, etc, tutto bene. Oggi abbiamo incontrato lo staff dell,Arcs Sude Est Asiatico che ci ha presentato i progetti e le attivita' che sono in corso dal 1996. (vedi gli allegati). Impressione dell'organizzazione ottima, motivati, preparati e democratici (nonche' antimilitaristi).
Dopo aver presentato la Balera e l'Arci di Reggio Emilia, abbiamo visitato uno dei sei ospedali dove si svolge uno dei progetti piu' importanti di Arcs S.E. occupandosi dei reparti pediatrici. Qua c'e' bisogno di tutto, le condizioni minime per non sviluppare infezioni e rispondere alle esigenze basilari di un'ospedale non sono di certo aiutate dalla mancanza di mezzi e soprattutto di soldi. Qua si lavora su cose grandi ma allo stesso tempo piccole, come l'educazione all'allattamento ed alle piu' semplici norme igeniche.
Nel pomeriggio abbiamo visitato una "piazza di venditori" che da vent'anni lotta per tenersela dove poter continuare a noleggiare biciclette ma soprattutto dove circa 200 persone vivono nelle baracche che fungono da improbabili negozietti di patatine e cocco. Domani cambio di programma dopo la visita in mattinata ad alcune zone di poverta' urbana e la discarica adiacente, parteciperemo ad una manifestazione contro la guerra con la partecipazione sia di cristiani che di mussulmani. L'ultima volta, durante una manifestazione tenutasi di fronte all'ambasciata USA i pacifici pacifisti sono stati pestati dalla ognipresente police, che controlla le borse anche quando si va al supermercato.
Intanto stanotte si prevede una movimentata escursione in una zona di Manila nota per prostituzione anche minorile. Inutile aggiungere che non andiamo a sostenere questo florido commercio di schiavi, ma lascieremo a casa Mirko, non si sa mai.
Baci e Abbracci Daniele, Edwin e Carlos.

Diario di Venerdi 31 Gennaio

Partiti in ritardo di due ore causa il traffico con il Batabus (ludoteca itinerante dell'Arcs) andiamo in una delle tante comunita' di poverta' urbana e assistiamo all'inaugurazione di un centro polivalente per le famiglie sfollate dalla zona di Payatas, dove nel luglio del 2000 avvenne il crollo di un'immensa montagna di rifiuti che sommerse 350 persone circa. Questa, a differenza di quella di Phnom Peng in Cambogia, va verso l'alto "a collina" ed e'posta a fianco di quella che esiste attualmente e che nel giro di pochi mesi raggiungera'le dimensioni di quella precedente. Nel pomeriggio partecipiamo alla manifestazione contro la guerra organizzata dalle comunita'di Musulmani e Cristiani del luogo: comizi, folklore caos e la bandiera dell'Arci.
Situazione sanitaria della squadra: tutto ok!
Serata in un pub filippino con band, rumore, e rovesciata di birra addosso a Mirko.

Sabato 1 Febbraio 2003

Accompagnati da Carlos, al quale Daniele chiede dopo due giorni "Ma quando mi presenti Padolina?" e lui "Ma sono io!", visitiamo tre comunita'di poveri urbani. Nella prima arriviamo al Day Care Center dell'ARCS dove alcune volontarie stanno facendo un'attivita'di educazione sanitaria ai bambini della baraccopoli. Solo la loro vitalita'e il loro sorriso ci fa dimenticare la baraccopoli dove ci troviamo, che in realta'e'una fogna a cielo aperto.
Nella seconda ci incontriamo con la rappresentante della associazione che si occupa dei diritti degli abitanti della baraccopoli. Lei ci evidenzia i conflitti con i proprietari del terreno (la compagnia elettrica - privata - di Manila) che sono arrivati ad incendiare per ben tre volte la baraccopoli per cacciarli dalla stessa.
Dell'ultimo luogo preferiamo non scrivere, fate voi....
Passo e chiudo.

Diario di Domenica 2 Febbraio

Ultimo giorno riservato al nostro progetto per i bambini di Manila.
Saltando come canguri da un "jeepnÿ" e l'altro (strani mezzi a meta' fra una vecchia jeep americana ed un pullman) abbiamo visitato il Centro di Riabilitazione per i bambini militarizzati che sono stati vittime dei traumi della terribile guerra ancora in corso nel sud delle filippine con il solito schieramento: Forze del bene AMERICANI (veri) contro le forze del male TERRORISTI (preseunti. LA goccia fa traboccare il vaso e Daniele si schiera con Sentero Luminozo e va in Peru'. Dopo di questa importante e bella realta', andiamo a visitare i luoghi possibili dove fra circa un mese inizieranno i lavori per il nostro centro per i bambini. Uno ci piace di piu' e lo acquisteremo perche'costa meno. Finiamo il tour di oggi in un'altra comunita'di poverta'urbana in una zona di Manila chiamata Pasig. Niente proprieta'delle terre, niente acqua, ma tanta dignita'. Mirko conquista giovani Filippine coetanee lasciando i biglietti da visita del padre che gongola. Satasera, alle ore 19:00 local time stiamo firmando il solenne impegno biennale per la realizzazione del nuovo centro polifunzionale per i bambini di Manila, dove potranno acquisire nuovi diritti, essere protagonisti e difendersi da soli con ancora piu'forza e consapevolezza.
Franchino avverti il Gigio (tesoriere) di preparare i soldi, veloce, alla svelta!

Il contratto che abbiamo stipulato:

commenti